Trovare la calma

Michelle era isolata in campagna, intrappolata in una relazione fallimentare e in preda alla depressione. Poi alla sua bambina è stato diagnosticato un cancro. Nel mezzo di queste esperienze traumatiche, ha deciso di scegliere la pace, ha dato una svolta alla sua vita e ha trovato l'Ascensione - una tecnica che le ha permesso di essere calma, "respirare facilmente" e trovare l'amore dentro di sé. Ecco la sua storia.

In questo articolo
    Add a header to begin generating the table of contents

    Vivevo in un posto molto remoto all'estremo nord della Nuova Zelanda - una zona rurale lontana da chiunque e da qualsiasi cosa, senza un telefono, senza i miei amici, senza il supporto della famiglia. Ero cresciuta ad Auckland, la più grande città della Nuova Zelanda, ma mi ero trasferita in campagna per stare con il mio compagno.

    Il rapporto non era buono. Il mio compagno non sembrava preoccuparsi di me o dei miei bisogni, ha iniziato a bere, incolpandomi di tutto.  Io ero a casa con due figlie piccole e il mio compagno non era di supporto. Il posto in cui vivevamo era così isolato - non c'erano percorsi pedonali, e c'erano tipi loschi nei dintorni. Non mi dava i soldi per la benzina, così non potevo uscire di casa e andare a fare un giro in macchina per la mia salute mentale o uscire per un caffè. Così mi sentivo in trappola e non vedevo alcuna via d'uscita.

    Trovare la calma

    Una figlia con il cancro

    Quando aveva poco meno di sei mesi la mia bambina, Winsome, ha sviluppato un occhio nero. Pensai che avesse preso una botta da sua sorella, ma non sembrava andare via. Andai dal medico e lui ci consigliò di aspettare l'arrivo di uno specialista al distretto.

    Circa un mese dopo ha sviluppato un secondo occhio nero e non poteva prendere il latte materno. L'ho portata all'ospedale locale e mi hanno detto di portarla a casa e darle degli antidolorifici. Ma sapevo che era davvero malata, non avevo intenzione di portarla a casa. Così ho guidato altre due ore fino ad un altro ospedale. Mi dissero che aveva un enorme tumore allo stomaco e che gli occhi neri erano i segni del neuroblastoma.

    Trovare la calma con la meditazione

    La vita cambiò drammaticamente. Siamo stati portati in un ospedale pediatrico ad Auckland, e non sono tornata a casa per un paio di mesi. Mia figlia ha finito per fare quattro cicli di chemioterapia in un periodo di due anni e un'operazione per rimuovere il tumore.

    Ogni mattina mi alzavo, mi truccavo e cercavo di arrivare a fine giornata, ma mi stavo tenendo tutto dentro. E’ devastante. A tua figlia è stato diagnosticato il cancro e non sai come andrà a finire, non sai se sopravviverà o meno. Ci sono un sacco di emozioni, un sacco di auto-accuse. Stavo cercando di gestire tutto questo senza alcuno strumento, senza alcun aiuto o supporto.

    Era anche la prima volta che mi allontanavo da mia figlia maggiore Marvellous, che all'epoca aveva 2 anni e mezzo. È rimasta con suo padre mentre ero in ospedale con Winsome. Abbiamo passato sei settimane senza vederci. È stato molto difficile per entrambe - purtroppo lei si è sentita abbandonata, ha avuto la sensazione che l'avessi lasciata.

    La situazione ha anche spinto il mio compagno oltre il limite - ha avuto un crollo mentale. Così, anche se il cancro l’ha avuto una figlia, la devastazione ha investito l’intera famiglia.

    Riconnettersi

    Anche se le cose erano molto difficili, c'erano anche dei lati positivi. Io e Winsome abbiamo davvero legato in ospedale. Era la bambina più felice del reparto di oncologia. Per tutto il tempo sorrideva, era felice, era un'anima bellissima. Credevo davvero che sarebbe stata bene.

    E mentre era in ospedale in città, mi ha anche dato l'opportunità di riconnettermi con la mia rete di supporto. Ero stata così lontana dalla città che i miei amici non potevano venire a trovarmi facilmente, e anche quando venivano a trovarmi non sentivo di poter dire loro quanto fossi infelice. Stare ad Auckland ha riattivato totalmente quella rete, e da allora non l'ho più lasciata andare.

    Non avevo lasciato il mio compagno perché la mia mente continuava a dirmi che essere una mamma single era la cosa peggiore del mondo - nessuno ti vorrà, nessuno ti amerà, nessuno vorrà i tuoi figli, bla bla. Ecco cosa mi frullava incessantemente in testa.

    Essere una mamma single era la mia peggiore paura. Anche mia madre era un genitore single ed era molto infelice per la maggior parte del tempo, e depressa. La mia mente mi diceva che una famiglia dovrebbe essere composta da una mamma, un papà e dei bambini. Il mio sogno era di essere amata, di avere una famiglia. Pensavo che se me ne fossi andata, sarebbe stata tutta colpa mia se non avesse funzionato così.

    Ma la malattia di Winsome mi ha fatto capire cosa era importante. Dovevo prendermi cura di me stessa e dei miei figli. Anche se non avevo soldi, potevo restare con i piedi per terra e dare loro amore. Così qualcosa cambiò dentro di me. Vidi che niente poteva essere peggio di dove eravamo. Quando la salute di Winsome migliorò, presi la decisione di andarmene.

    Ho un ricordo molto chiaro di aver guardato fuori dalla finestra dell'ultimo piano della casa e di essere crollata. Piangevo, guardavo le colline e pensavo: "Questa non è la mia vita. La mia vita è più grande e più importante di questa". In quel momento capii che me ne sarei andata e avrei portato le mie ragazze con me. Non sapevo dove saremmo andate. Ma sentivo che tutto sarebbe andato bene. Difficile, ma ok.

    Così mi sono organizzata per ottenere il sussidio di disoccupazione e ho trovato una casa. Sono partita da casa con le mie figlie, 17 dollari in banca e un po' di soldi in tasca.

    Finding Calm 04

    Scegliere la pace

    Da quel cambiamento, hanno cominciato ad accadere cose bellissime. Ho iniziato ad entrare in sintonia con me stessa, a prendermi cura di me. Ho iniziato a fare esercizio, a fare yoga, e a cercare di trovare qualcosa che mi calmasse dentro. La vita era ancora folle e frenetica. Dovevo destreggiarmi costantemente, essendo una mamma single, ed era facile essere travolta dall'intensità e dalla responsabilità di tutto ciò. Volevo essere una mamma calma, perché da quel luogo calmo si può gestire qualsiasi cosa. Per la prima volta dopo tanto tempo, ero felice e aperta a qualsiasi cosa la vita mi avrebbe presentato.

    Intraprendere l’Ascensione

    Non fu molto tempo dopo che mi venne regalato un corso di Ascensione, la Prima Sfera, perché si vedeva che c'era qualcosa in me - che lo desideravo e ne avevo bisogno. Tutti i traumi mi avevano portato al punto in cui ero pronta per il cambiamento, pronta ad accogliere gli Ishaya e l'Ascensione nella mia vita.

    "Per chiunque stia attraversando una malattia o un trauma, questa pratica potrebbe essere di grande beneficio per alleggerire e bilanciare questo pesante carico". - Michelle

    Nel momento in cui ho iniziato il corso, sapevo che avrebbe cambiato la mia vita. Anche prima di imparare le tecniche d'Ascensione, sentii la presenza, l'apertura, il benvenuto e la comprensione delle persone che le avevano già sperimentate nella loro vita. Avevo appena incontrato gli Ishaya, ma già mi amavano e si prendevano cura di me ed erano aperti nei miei confronti. Mi sentivo come se fossi tornata a casa.

    E le tecniche erano così facili. Non potevo credere quanto fossero facili; era pazzesco. Erano così semplici e l'impatto era così immediato. E' stato pazzesco. Ho iniziato ad ascendere ogni giorno dal momento in cui ho imparato. E, ogni giorno, mi sono ritrovata ad aprirmi a cose bellissime che prima non c'erano.

    Sono stata in grado di essere calma e di restare con i piedi per terra e di non credere a tutto ciò che la mia mente cercava di dirmi. Mi sono sentita potente, fiduciosa e positiva. Quindi è stato davvero un bellissimo cambiamento. Mi sono ritrovata tranquillamente seduta a guardare la mia esperienza espandersi.

    Avvertire il cambiamento

    Ho ricevuto la conferma che il cancro di mia figlia era in remissione. Con questo particolare cancro, se non è tornato tre anni dopo l'ultima sessione di chemio, non tornerà. Questo era un anno e mezzo fa.

    L'ascensione mi ha reso un genitore migliore. Invece di starmene a testa bassa, arrancando nella vita, talvolta reagendo, sono in grado di godermela, di divertirmi con le mie figlie. Posso sganciarmi da tutte le responsabilità e le chiacchiere della mente.

    Quando medito in presenza delle mie figlie, noto un cambiamento in me. Le tecniche di Ascensione sono calmanti. Sono meno reattiva. Posso sedermi lì e ascoltare il cambiamento, permettere che la situazione si svolga invece di cercare di controllarla. Perché come mamma è quello che cercherei naturalmente di fare: controllare la situazione.

    Posso lasciare andare il passato più facilmente. Quando si attraversa un'esperienza traumatica come genitore, la mente continua a giocarci sopra. Anche se Winsome ora è sana, questo non impedisce alla mente di rivivere il passato e di riportarti su quel binario buio. La meditazione è stata di grande aiuto in questo. È come scaricare uno zaino o dissolvere la grande nuvola che circonda quel periodo di tempo. Come mamma è stata molto, molto utile.

    Mi ha anche permesso di essere più gentile con me stessa, dandomi gli strumenti per disinnescare la mia mente.

    Dò maggior valore a me stessa. Mi alzo presto e medito prima che le mie figlie si sveglino. Mi porta in uno spazio tranquillo da cui iniziare la giornata.

    Poi, durante il resto della giornata, ascendo ogni volta che posso. Anche se non posso fare una meditazione di 20 minuti, posso usare le tecniche con gli occhi aperti. Perché se sono calma, tutto cambia. È un insieme di strumenti che rendono più forti e umili, e che mi hanno aiutato ad essere un genitore migliore. È portentoso avere uno strumento per bilanciare quel monologo interno. Per chiunque stia attraversando una malattia o un trauma, questa pratica potrebbe essere di grande beneficio per alleggerire ed equilibrare quel pesante carico.

    finding Calm 06

    Affrontare le sfide

    Naturalmente le sfide ci sono ancora. La vita pone sfide. È il modo in cui si risponde ad esse che fa la differenza. Winsome deve fare dei controlli annuali per gestire gli effetti della chemioterapia. Ma in generale sta bene. C'è qualcosa di speciale in lei - è amorevole, è divertente, è molto carismatica e si connette con le persone, è un'anima antica. Una parte di me dice che è una piccola guerriera, e una parte di me dice che è un angelo. Sento davvero che mi ha salvato, come io ho salvato lei.

    Per mia figlia maggiore Marvellous, le cose sono un po' difficili. C'è un po' di gelosia e competizione. Quando un bambino è malato, i fratelli si sentono esclusi, l'attenzione va sul bambino che non sta bene e il fratello viene messo da parte. Lei chiede 'perché mi hai lasciato mamma?' Capisco perché è turbata, mi rattrista profondamente e allo stesso tempo talvolta risveglia le mie esperienze di quel periodo. Avrei voluto dirle tutto per farle capire quanto mi ha addolorato stare lontana da lei, quanto gravemente malata fosse sua sorella e come io abbia dovuto fare ciò che andava fatto. Ma è ancora troppo piccola per capire l'entità della situazione.

    L'Ascensione mi ha aiutato in questo. Mi ha dato un luogo di pace e calma, così posso rispondere e non reagire a mia figlia, posso creare uno spazio sicuro per parlare con lei. Posso uscire dalla mia esperienza e rispondere al dolore che mia figlia sta provando, e rassicurarla che va tutto bene; va bene sentirsi turbati, ed è meraviglioso poterne parlare.

    Così ora ho un approccio diverso di fronte alle sfide. Sto imparando e continuerò ad imparare da ogni esperienza. Questo cambia tutto. Ascendere ha cambiato il mio rapporto con il mondo che mi circonda. Sto capendo che tutto viene da dentro e si ripercuote fuori.

    Ero così sola e ora ho una rete di persone che sono semplicemente fantastiche e così piene d'amore, e sono lì per te in ogni momento. Ora ho una relazione felice e sana. Gestisco una piccola attività a casa. Sono nell'associazione genitori-insegnanti della scuola e sono presente nella comunità ogni volta che posso. E ospito riunioni mensili di Ascensione a casa mia. La mia vita è cambiata così tanto. Tutte queste belle cose stanno venendo a me - tutta questa gentilezza e amore che non ho mai visto o sentito prima.

    Quando penso ad una tecnica d'Ascensione ora, ciò che sperimento è amore e calma. Tutto andrà bene. Questo è come mi sento quando dico mentalmente l'Attitudine. Andrà tutto bene e posso respirare facilmente.

    Torna su